Archivi categoria: Attualità

ECCO IL NUOVO ESTRATTORE RGV JUICE ART NEXT PRODOTTO DI ULTIMA GENERAZIONE

ECCO IL NUOVO ESTRATTORE RGV JUICE ART NEXT PRODOTTO DI ULTIMA GENERAZIONE

ESTRATTORE DI SUCCO

JUICE ART NEXT

Estrattore di nuova generazione studiato con un innovativo sistema di spremitura lenta a doppia coclea. Grazie a questo nuovo processo non solo otterrete un risultato migliore ed efficiente rispetto ad un normale estrattore, ma potrete pulire tutte le parti utilizzate in maniera ancora più semplice e veloce. Con JUICE ART NEXT potrete realizzare in tutta semplicità estratti di succo sani e naturali al 100%, ricchi di enzimi e vitamine, mantenendo intatte le proprietà di frutta e verdura. I diversi filtri in dotazione vi permetteranno inoltre di creare sorbetti e marmellate. Il funzionale pannello comandi sensitive touch in vetro attribuisce un tocco di design ed eleganza a JUICE ART NEXT.

DESCRIZIONE PRODOTTO

PERFETTO PER UNO STILE DI VITA SANO

Ottieni il massimo dei benefici nutrizionali di frutta e verdura. Sistema di spremitura con doppia coclea, ottieni il 30% di succo in più. Scarti ridotti al minimo e niente residui!

  • Pannello comandi in vetro con tasti touch
  • Doppia coclea per un’estrazione più efficace
  • Dotato di 3 diversi filtri (estratti di succo, marmellate e sorbetti)
  • Silenzioso
  • Facile da pulire
  • Contenitore di raccolta succhi da 800 ml
  • Contenitore di raccolta scarti

DETTAGLI TECNICI

Alimentazione220-240 ~ 50/60 V~Hz
Potenza200 Watt
Dimensioni massime315 x 215 x H 475 mm
Peso netto apparecchio5,3 Kg
Dimensioni imballaggio44 x 25,5 x H 38,5 cm
Peso lordo apparecchio6 Kg
Velocità40-65 giri/min.

BANDO COMUNE DI ROMA PER PRODOTTI MADE IN ROME ECOMMERCE,AD HOC PER AMAZON?

Il Campidoglio ha pubblicato un avviso pubblico finalizzato all’individuazione di  “operatori di vendita dotati di elevato standing internazionale. L’obiettivo è quello di verificare la possibilità di realizzare spazi vetrina dedicati al made in Rome.



se guardiamo i requisiti per questo bando, non possiamo che notare che gli standard sono alquanto elevati. il campo si ristringe ad una manciata di aziende. si discute sempre molto di aumentare la produttività delle aziende italiane ed aiutarle in un momento di difficoltà. Questa poteva essere un ottima iniziativa per poter dare visibilità a più piattaforme online italiane e in più promuovere prodotti made in Rome, come si suol dire “prendere due piccioni con una fava”. Ma niente da fare. Qui non si parla dell’amministrazione ma proprio di una mancanza di innovazione. Si continuano a ripetere sempre gli stessi errori. Le soluzioni potevano essere molteplici:

-aumentare i posti a disposizione

-obbligo di link pubblicitari collegati tra le imprese vincitrici

-da modo di aumentare fatturato a imprese italiani e quindi possibilità di aumentare i posti di lavoro.

etc.

staremo a vedere…